Perché la Filosofia della Relazione?

Caro lettore,

ho riflettuto molto su quale potesse essere il primo articolo da presentarti e con quale modalità scriverti; perché quando si è agli inizi è sempre difficile comunicare qualcosa che ci preme. Così ho deciso che ti scriverò ogni volta una lettera, perché ciò significa seguire le orme di grandi pensatori come Descartes, il quale dopo aver composto le sue opere le inviava ai più famosi filosofi del tempo chiedendone consiglio e parere. Non è forse quello che io oggi faccio con te? Ti chiedo un parere e pongo, sotto il peso della prova, le mie idee.

Oggi cercherò di scriverti alcuni motivi che mi hanno mosso verso lo studio dell’antropologia filosofica fondata sulla relazione. Se non lo sapessi, antropologia filosofica significa uno studio filosofico sull’uomo o meglio sulla persona umana. I primi anni di studio, guardandomi intorno, iniziai a dubitare sulla proposta concettualistica che la nostra società offre riguardo alla persona umana. Pensai che fosse necessario tornare all’origine, cogliere quelle basi terminologiche e concettuali che sono a sostegno di alcune argomentazioni molto gettonate in questi tempi. Da una prima riflessione, subito capii che si doveva indagare su ciò che s’intende con persona umana. Era chiaro, già a un primo sguardo, che avevo centrato il problema: la nostra società non si fonda più su un’idea univoca riguardante la persona umana, ma il dire su di essa sembra esser diventato un qualcosa di arbitrario sul quale ciascuno può esprimere un parere, senza dover troppo specificare e giustificare quanto afferma. Così decisi di studiare la storia della definizione della persona umana, in modo tale da poter avere un’idea il più possibile tracciata e chiara e poter, in seguito, dire qualcosa a riguardo.

Leggi altro

Annunci

La prima di tante

Il 10 Giugno 2017 alle ore 16.00 ho partecipato alla trentesima edizione degli “Annali” del Liceo Classico Amedeo di Savoia di Tivoli nei quali ho avuto il piacere di pubblicare un articolo riguardante il lavoro presentato per la dissertazione di Baccalaureato in Filosofia: Il limite, la bellezza di scoprirsi frontiera. Durante l’intervento richiestomi l’emozione è stata fortissima. Una grande gioia quella di vedere molti commossi e ricevere tanti complimenti.

Alcuni attimi…

Vorrei aprire questo blog con un grazie profondo per chi, sin dall’inizio, ha creduto nelle mie capacità e anche nei momenti più difficili mi ha incoraggiato a non mollare e lottare per il mio sogno.

GRAZIE DAVVERO!